Cyrano al teatro Trastevere dal 17 al 20 maggio. Ovviamente preceduto dal suo naso

Cyrano è il più grande poeta del proprio tempo e anche lo spadaccino più abile, coraggioso e temuto tra tutti i cadetti di Guascogna. La sua fama viene preceduta solamente dalla grandezza del suo naso “che almeno di 15 minuti da sempre lo precede”.
In questa originale rivisitazione del “Cyrano de Bergerac” di Edmond Rostand il testo, sebbene ridotto e riscritto, mantiene le caratteristiche di quello originale: tuttavia Cyrano viene rappresentato in maschera, in omaggio al suo antico retaggio di personaggio di Commedia dell’Arte, ovvero Il Capitano, dando così il via ad una serie di scelte registiche e scenografiche molto più affini al teatro di strada che non al teatro borghese di fine 1800.
Tradendo di fatto alcune regole teatrali legate al “physique du rôle” e ai ‘tipi fissi’ delle maschere di Commedia, gli attori dimostrano come ognuno può essere Cyrano de Bergerac, mostrando al pubblico come chiunque possa diventare un poeta, uno spadaccino, un filosofo, un capitano o un uomo innamorato, semplicemente perseguendo i propri sogni. E’ una commedia irriverente che appassiona grandi e piccoli, con canzoni, acrobazie, duelli di spada e parole all’ultimo “tocco”.

Cyrano – Commedia eroica, ispirato a “Cyrano de Bergerac” di Edmond Rostand sarà al teatro Trastevere dal 17 al 20 maggio, per la regia di Gabriele Tacchi. Con Valentina Conti, Valentina Greco, Matteo Paino, Irene Scialanca e Gabriele Tacchi.
di Alessia de Antoniis

Please follow and like us:
Facebook
Twitter
Google+
https://www.tickit.it/2018/05/17/dal-palcoscenico-del-teatro-trastevere-vi-facciamo-conoscere-gabriele-tacchi-suo-cyrano">